December 2013

  • Corporate Social Responsibility e impresa sociale: due prospettive diverse per guardare ad uno stesso obiettivo, l’integrazione di profit e non profit per il bene della Comunità.

    Da un lato abbiamo un approccio al business e dall’altro il riconoscimento giuridico di una qualifica per quelle organizzazioni che rispettano i requisiti fissati per legge. La CSR non è “solo se avanza qualcosa” ma sottointende il c.d. contratto sociale con gli stakeholder, che si, può apparire molto teoricco e di scarsa applicazione. Spesso le aziende hanno semplicemente chiamato CSR la filantropia (che è si destinare a scopi sociali / di beneficenza quello che avanza) oppure hanno inteso la respknsabilità sociale esclusivamente come strumento di marketing stampando tonnellate di carta patinata nelle quali le c.d. iniziative di CSR non erano altro che filantropia o facendo un passettino in più cause related marketing. E così si è creato il fenomeno, la moda del momento.Il fine della (vera) CSR non è l’immagine e la conseguente aumentata reputazione sul mercato bensì dovrebbe essere l’impatto positivo sulla Comunità, che non esclude assolitamente il profitto. Letta in questa chiave, quanti casi, anche relativi al passato possiamo trovare? Pochi, pochissimi forse.

    Categorie: impresa sociale , CSR
  • Fatta la legge, trovato l'inganno... E sarà sempre così, matematicamente dimostrato. Se invece vogliamo definire l'impresa sociale sulla base dell'impatto positivo sulla Comunità a prescindere dalla forma giuridica allora il discorso potrebbe essere diverso, e la discriminante non sarebbe più profit / non profit ( che non corrisponde a cattivo / buono, la distinzione non può essere così netta). I dilemmi etici comunque rimangono.

    Categorie: impresa sociale , BCorp